DrSmile logo

Che cosa sono le tasche gengivali?

Le gengive sane aderiscono al colletto dei denti. Non appena le gengive si infiammano e si ritirano di almeno 2 millimetri, si parla di tasche gengivali. Se le tasche gengivali non vengono trattate, si approfondiscono e può svilupparsi la parodontite. La ragione di ciò sono i batteri che si accumulano sulle superfici dei denti, negli spazi interdentali e sulle gengive. Se questi non vengono rimossi, si sviluppano infiammazioni, spesso purulente. Le gengive si ritirano e si formano le tasche gengivali.

Sintomi di tasche gengivali infiammate

Il sintomo più comune delle tasche gengivali è presentato da gengive arrossate e gonfie. I denti sono sensibili alle bevande, agli alimenti e ai dolci, freddi e caldi. I denti e le gengive sono molto sensibili durante la pulizia dei denti, possono accusare dolore e persino sanguinare. Le persone colpite lamentano alitosi forte e putrida, anche con una buona igiene orale.

Altri sintomi possono includere denti allentati o tartaro intenso. Anche una guancia gonfia o la febbre sono indicatori di un'infezione. In caso di infiammazione, possono svilupparsi fistole che causano la formazione di pus sulle gengive. La pulsazione dell'infiammazione può inoltre causare cefalea.

I linfonodi ingrossati possono essere un segno di infiammazione. Il dentista può determinare se si siano formate tasche gengivali e quanto siano progredite.

Tasche gengivali a causa dei denti del giudizio

Se l'eruzione dei denti del giudizio non è completa, è comune che le tasche gengivali si infiammino. La ragione di ciò è che gli avanzi di cibo si accumulano nelle sacche gengivali e di conseguenza si formano batteri. L'infiammazione risultante attacca sia il dente del giudizio sia le gengive circostanti.

Per alleviare il dolore, è possibile raffreddare la zona interessata o usare una crema desensibilizzante. L'infiammazione non guarisce, però, fino a quando il dente non viene estratto e la tasca gengivale non viene trattata.

Tasche gengivali nelle protesi

Se l'infiammazione si sviluppa in profondità sulla corona, sul ponte o sull'impianto, si sviluppano tasche gengivali. Per evitare che le protesi perdano la presa salda e cadano, occorre consultare immediatamente un dentista.

Brücke, Implantat, Krone

Altre cause di tasche gengivali

La causa più comune delle tasche gengivali è la malattia parodontale avanzata. L'infiammazione attacca le gengive, i tessuti e le ossa in modo che i denti non abbiano più una presa salda.

L'uso improprio del filo interdentale e l'applicazione di una pressione eccessiva possono danneggiare gli spazi interdentali. Le aree aperte sono più soggette a infiammazioni e quindi anche alla formazione di tasche gengivali.

Bisogna anche imparare a lavarsi i denti. Una pressione eccessiva può irritare le gengive e causare piccole lesioni al margine gengivale. Ciò può condurre a infiammazione e infine alla recessione gengivale.

Chi digrigna i denti non sovraccarica solo le superfici e lo smalto dei denti, ma anche le gengive. Le gengive irritate possono recedere.

I cambiamenti ormonali, come durante la pubertà o la gravidanza, possono essere una delle cause delle tasche gengivali. Le gengive si sensibilizzano e sono più inclini all'infiammazione. 

Evitare le tasche gengivali attraverso un'adeguata igiene orale e visite di controllo

Per evitare la formazione di sacche gengivali, occorre praticare un'accurata igiene orale.

Ciò significa lavarsi i denti due volte al giorno con un dentifricio contenente fluoro e pulire gli spazi tra i denti con filo interdentale o spazzolini interdentali.

Poiché molti batteri si depositano sulla lingua, è bene rimuovere la placca con l'aiuto di un apposito raschietto o spazzolino. Infine, sciacquare la bocca con un collutorio contenente clorexidina.

Inoltre, prenotare controlli regolari dal dentista e una pulizia dentale professionale una o due volte all'anno.

Misurare la profondità delle tasche gengivali

Per poter determinare se e come trattare le gengive, il dentista esegue una misurazione della tasca gengivale. Una sonda parodontale viene inserita nella gengiva. Se la profondità è al massimo due millimetri, non è necessario alcun trattamento. Tuttavia, se la sonda affonda più in profondità, è necessario trattare le tasche gengivali.

Riempimento delle tasche gengivali

Le tasche gengivali vengono spesso riempite con l'aiuto di un trapianto in modo che i colletti dei denti, sensibili al dolore, non siano più esposti. Viene utilizzato tessuto proprio dell'organismo, che in breve tempo rigenera le gengive ritirate.

A seconda dell'impegno e della tecnica di trattamento, i costi variano tra 60 e 150 euro per area dentale.

I costi sono generalmente sostenuti o almeno sovvenzionati dall'assicurazione sanitaria.

Trattamento delle tasche gengivali

Per il trattamento delle tasche gengivali, vengono puliti le superfici dei denti e gli spazi interdentali e i batteri vengono rimossi. In caso di recessione gengivale avanzata, ad esempio in caso di parodontite, viene eseguita un'operazione in anestesia locale. Le gengive vengono staccate delicatamente dal dente in modo che la placca, i batteri e il tessuto interessato possano essere rimossi dalle tasche gengivali.

Dopo il trattamento vengono utilizzati preparati antibatterici e disinfettanti a base di clorexidina. I costi per il trattamento variano a seconda della gravità in un intervallo da circa 150 a 600 euro. Le assicurazioni sanitarie previste per legge sovvenzionano i costi del trattamento.

Dopo il trattamento, è necessario sottoporsi a controlli regolari e pulire a fondo i denti, gli spazi interdentali e le gengive. La combinazione di trattamento e igiene orale approfondita consente la rimozione di sintomi come l'alitosi.

Trattamento laser

Con il trattamento laser, non occorre tagliare le gengive. Le tasche gengivali e le superfici delle radici dei denti vengono pulite accuratamente e il tessuto infiammatorio viene rimosso.

Dopo il trattamento, è necessario praticare una buona igiene orale e dentale e sottoporsi a regolari visite di controllo.

Inoltre, si consiglia di sottoporsi a una sessione di profilassi trimestrale con pulizia professionale dei denti.

I costi del trattamento laser sono individuali e dipendono dal numero di tasche gengivali da trattare e dalle loro caratteristiche.  Di regola, il costo per un dente si aggira intorno ai 20 euro. I costi del trattamento non sono coperti dall'assicurazione sanitaria obbligatoria.


Trattamento delle tasche gengivali con farmaci

Se la recessione gengivale non è ancora pronunciata, è possibile utilizzare una crema parodontale o un gel per la cura delle gengive. Questo rafforza le gengive e ha un effetto antibatterico.

Può anche essere usata la clorexidina, tra l'altro presente in collutori e gel. Combatte l'infiammazione batterica ed è destinata all' uso nel cavo orale dopo la chirurgia parodontale.

Se l'infiammazione si verifica ripetutamente nelle tasche gengivali, il medico di solito può iniettare antibiotici nelle tasche o prescrivere antibiotici sotto forma di compresse.

Trattamenti alternativi

È possibile curare la recessione gengivale in modo naturale e alleviare il dolore con i seguenti rimedi omeopatici e rimedi casalinghi.

  • Aloe Vera: effetto antibatterico, riduce la profondità delle tasche gengivali

  • Olio di chiodi di garofano: antidolorifico

  • Olio di melaleuca: antisettico, antinfiammatorio

  • Preparati di curcuma, salvia, timo, tè verde, camomilla: antinfiammatori

  • Soluzioni saline, radice di bardana: arrestano la crescita batterica

  • Olio di cocco: cura la mucosa orale

  • Vitamina C: rinforza le gengive

  • Vitamina D: rinforza il sistema immunitario

  • Preparati di fiori di Bach (globuli, crema, gel, spray, pastiglie): favoriscono la guarigione

Kurkuma

Pulire le tasche gengivali a casa

Denti, gengive e tasche gengivali devono essere puliti ogni giorno.

Il filo interdentale e gli spazzolini interdentali sono idonei a questo scopo. Si adattano alle tasche gengivali durante la pulizia e le puliscono efficacemente.

Con gli spazzolini interdentali, è necessario assicurarsi di utilizzare più spazzolini di dimensioni diverse per pulire singolarmente ciascuna tasca gengivale.

Si sconsiglia l'uso di bastoncini per filo interdentale, poiché sono meno efficaci per aggirare le aree delle radici dei denti e il rischio di lesioni alle gengive è molto più alto.

Un altro modo per pulire a fondo sia gli spazi interdentali sia le tasche gengivali è utilizzare irrigatori orali. 

Le nostre sedi

Trova la clinica DrSmile più vicina a te e prenota un appuntamento informativo gratuito

Il nostro team di esperti ortodontisti ti accompagnerà durante il tuo trattamento DrSmile per farti ottenere il sorriso dei tuoi sogni.

  • DrSmile® Firenze Piazza della Libertà
  • DrSmile® Genova Piazza Colombo
  • DrSmile® Milano Bocconi
  • DrSmile® Milano Buenos Aires
  • DrSmile® Milano Cadorna
  • DrSmile® Milano San Babila
  • DrSmile® Napoli Colli Aminei
  • DrSmile® Napoli Corso Garibaldi
  • DrSmile® Roma Esquilino
  • DrSmile® Roma Parioli
  • DrSmile® Roma Prati
  • DrSmile® Torino Piazza Nizza
Ekomi gold
Testimonial
review-stars
4.7 / 5
Mostra testimonianze
No Logo
No Logo
I NOSTRI ALLINEATORIarrow
Societàarrow
SEGUICI
  • social icon
  • social icon

©2021 DrSmile