DrSmile logo

Denti del giudizio: interventi, costi, dolore e sintomi

Denti del giudizio

I denti del giudizio: se sentono continuamente storie dell'orrore sull'estrazione dei denti del giudizio, sull'anestesia o sul dolore dopo l'intervento chirurgico. Ma cosa c'è di vero nei miti che circolano in merito ai denti del giudizio? Chiariamo l'argomento e forniamo tutti i fatti e le informazioni rilevanti che dovresti sapere sui denti del giudizio.

Qual è il ruolo dei denti del giudizio?

I denti del giudizio sono gli ottavi denti della mascella superiore e inferiore. Alla base della storia evolutiva, i denti del giudizio erano uno strumento efficace per triturare il cibo grossolano. Al giorno d'oggi, i denti del giudizio non hanno un compito diretto, poiché non si formano più in circa il 20% della popolazione, quindi non tutti li hanno. Inoltre, i denti del giudizio hanno perso il loro scopo originale a causa delle mutate abitudini alimentari degli esseri umani. Se i denti si sviluppano comunque, possono servire come un utile strumento per la masticazione. I denti del giudizio di solito si formano tra i 16 ei 25 anni. 

Come si nota che stanno nascendo i denti del giudizio? - Sintomi

Dalla nostra storia evolutiva sappiamo che i nostri antenati avevano una mascella molto più grande degli esseri umani di oggi. Con la riduzione della mascella, i denti del giudizio hanno meno spazio, motivo per cui in molti casi crescono nel posto sbagliato o con l'angolazione scorretta. Se un dente del giudizio preme, solitamente è il primo sintomo dell'eruzione del dente del giudizio. Le persone colpite riferiscono spesso una sensazione di pressione sulle ossa e sulla pelle, tipica dello sviluppo dei denti del giudizio. Tuttavia, altri sintomi, come un sordo pulsare delle gengive vicino alla gola o all'osso adiacente, suggeriscono che i denti del giudizio stanno nascendo.

Altri sintomi tipici sono arrossamento, gonfiore e difficoltà a deglutire o ad aprire la bocca, il che spesso rende doloroso mangiare. Nel peggiore dei casi, se i denti del giudizio si incarniscono, possono verificarsi gravi infezioni, che si manifestano poi come dolore nella zona della mascella, del collo e della gola. Anche la cefalea è un effetto collaterale comune dei denti del giudizio infiammati. Se il dolore si irradia nella testa, a volte ciò può essere dovuto al fatto che i denti del giudizio colpiscono i seni nasali mentre crescono e quindi esercitano una pressione sul capo. I denti del giudizio doloranti possono anche provocare gonfiore dei linfonodi e del viso, il che rende inevitabile un intervento chirurgico. 

Perché si devono estrarre i denti del giudizio?

Circa l'85% di tutti i denti del giudizio deve essere estratto chirurgicamente nel tempo. I motivi più comuni per l'estrazione dei denti del giudizio includono disagio come dolore o infiammazione. Il dolore ai denti del giudizio è spesso il risultato di una mancanza di spazio nell'area della mascella. A volte l'estrazione è necessaria se esiste il rischio che i denti esistenti vengano danneggiati dalla pressione dei denti del giudizio. Anche la  carie può essere un motivo per l'estrazione dei denti del giudizio. A causa della posizione molto arretrata dei denti, sono difficili da raggiungere nell'igiene orale, per cui possono accumularsi carie gravi. I denti del giudizio devono essere estratti anche in presenza di un'infiammazione nascosta causata da batteri, ad esempio sotto la mucosa. Se i denti del giudizio devono essere estratti a causa di un'infiammazione, è importante attendere prima che le gengive guariscano per evitare forti emorragie o una scarsa guarigione della ferita dopo l'intervento chirurgico. 

Intervento chirurgico ai denti del giudizio 

Gli interventi sui denti del giudizio vengono eseguiti dal dentista o dal chirurgo orale e maxillo-facciale. A seconda del numero di denti del giudizio da estrarre, il trattamento dura dai 20 ai 60 minuti. I pazienti possono scegliere di estrarre i denti del giudizio su un solo lato o tutti e quattro i denti. La chirurgia unilaterale dei dente del giudizio offre il vantaggio che i pazienti possono mangiare da quel lato dopo l'operazione, ma è necessario un nuovo appuntamento chirurgico dopo alcune settimane per rimuovere i denti rimanenti. 

Dopo l'anestesia, inizia l'intervento sul dente del giudizio. Si distingue tra due processi di trattamento. Se i denti del giudizio sono esposti e sono in gran parte o completamente perforati, il dentista li estrae semplicemente con un paio di pinze. Nelle operazioni più difficili, in cui i denti sono storti o hanno una forma insolita, vengono suddivisi e gradualmente rimossi. A questo scopo, il medico taglia le gengive sul dente del giudizio e le stacca dall'osso. Dopo il trattamento, le ferite vengono suturate. Dopo circa sette-dieci giorni, le suture vengono tolte con un nuovo appuntamento.

Sedazione per il dente del giudizio: anestesia generale o locale?

In caso di intervento chirurgico al dente del giudizio, il paziente viene posto sotto anestesia. Si distingue tra anestesia locale e anestesia generale. Se l'anestesia agisce correttamente, gli interventi al dente del giudizio sono generalmente indolori. Tuttavia, può manifestarsi una spiacevole sensazione di pressione, soprattutto quando si estraggono i denti. Anche i rumori prodotti dagli strumenti utilizzati o dai movimenti del medico possono essere percepiti come sgradevoli. Può essere opportuno chiedere al medico di spiegare ogni passaggio in modo da non spaventarsi per eventuali inconvenienti. 

In ultima analisi la forma che il medico responsabile decide di adottare dipende dal singolo caso del paziente. Per i pazienti ansiosi, si sceglie spesso l'intervento chirurgico in anestesia generale. Di solito dura quanto un'operazione al dente del giudizio in anestesia locale, da 20 a 60 minuti. Poiché l'anestesia generale è molto stressante per l'organismo e può causare effetti collaterali come cefalea, nausea e sonnolenza dopo l'intervento, la si consiglia al paziente solo in casi eccezionali. Inoltre, l'anestesia generale non è adatta a pazienti in cattive condizioni di salute, poiché i rischi sono particolarmente elevati. 

X-ray

Dopo l'intervento al dente del giudizio: cosa prendere in considerazione

In caso di estrazione dei denti del giudizio, occorre considerare alcuni fattori dopo il trattamento: da un lato, evitare di fumare e bere bevande calde, caffè o alcolici, poiché possono interferire con la guarigione delle ferite. Si raccomanda inoltre di prendersela comoda nei primi giorni dopo l'intervento e di astenersi da sforzi, come lo sport. Ciò previene il sanguinamento indesiderato e favorisce la formazione di nuova massa ossea nella ferita fresca. Si raccomanda anche di dormire in elevazione. Per lavarsi i denti dopo l'intervento ai denti del giudizio, è importante utilizzare uno spazzolino morbido. 

Per quanto tempo non si deve mangiare dopo un intervento ai denti del giudizio?

Fondamentalmente, dopo un intervento ai denti del giudizio puoi mangiare non appena ti senti pronto. Tuttavia, per i primi giorni dopo il trattamento dovresti consumare solo cibi morbidi (purea, omogeneizzati, zuppe, ecc.) e acqua. Gli alimenti più grossolani non sono raccomandati in quanto possono causare l'accumulo di residui nella ferita e aumentare il rischio di infezione. Occorre anche evitare i latticini per circa una settimana dopo l'intervento ai denti del giudizio. I batteri dell'acido lattico favoriscono l'infiammazione e interrompono la guarigione delle ferite. Inoltre, l'assunzione di latticini dopo l'estrazione dei denti del giudizio può interferire con l'efficacia degli antibiotici. 

Quanto dura il dolore dopo un intervento ai denti del giudizio?

Il dolore dopo l'intervento chirurgico ai denti del giudizio è comune, ma non in tutti i pazienti. A seconda della portata della procedura, dopo un trattamento possono manifestarsi mal di denti o mal di gola. Anche il gonfiore della guancia è normale, mentre il raffreddamento con un tampone rinfrescante o un panno umido può essere utile. Per alleviare il possibile dolore nei primi giorni dopo l'intervento ai denti del giudizio, è possibile assumere antidolorifici come ibuprofene o paracetamolo. Quale analgesico assumere per alleviare il dolore va chiarito preventivamente con il medico curante. Ciò evita possibili emorragie secondarie dovute al farmaco sbagliato. 

Per quanto tempo sarai in congedo per malattia dopo un intervento al dente del giudizio?

Per quanto tempo sarai in congedo per malattia dopo l'intervento al dente del giudizio dipende da diversi fattori. Da un lato, il periodo di congedo per malattia dipende dal numero di denti estratti. Anche il processo di guarigione e il metodo chirurgico selezionato possono influire sul numero di giorni. Tuttavia, ai pazienti vengono concessi in media 3-5 giorni per riprendersi dopo l'intervento ai denti del giudizio. L'appuntamento per il trattamento viene spesso fissato 2-3 giorni prima del fine settimana per consentire di utilizzare il fine settimana per un pieno recupero. 

Estrazione dei denti del giudizio - costi

I costi per l'estrazione dei denti del giudizio sono coperti dalle compagnie di assicurazione sanitaria legali. I costi aggiuntivi sostenuti, ad esempio, per un intervento ai denti del giudizio in anestesia generale, sono generalmente a carico del paziente stesso. Il costo per estrarre i denti del giudizio in anestesia generale è di circa 100-200 euro, a seconda del medico. Fanno eccezione, ad esempio, i pazienti ansiosi, che possono prevedere un rimborso per l'anestesia generale, presentando il certificato di uno specialista in psichiatria o medicina psicoterapeutica. 

Per i soggetti assicurati privatamente e i pazienti con un'assicurazione integrativa, si consiglia di chiedere alla compagnia di assicurazione sanitaria o alla compagnia di assicurazioni competente quali costi saranno coperti per un intervento ai denti del giudizio in anestesia generale. L'assunzione dei costi varia a seconda della tariffa.

Perché DrSmile?

Cosa aspettarsi scegliendo DrSmile?

Sul tuo sorriso non scendiamo a compromessi.

Il tuo piano di trattamento personale: verificato da esperti ortodontisti

Effettuiamo una scansione 3D dei tuoi denti ed elaboriamo il tuo piano di trattamento sulla base dei risultati della scansione. Il tuo piano di trattamento sarà accuratamente studiato dal nostro team di ortodontisti e dentisti. Il metodo classico di acquisizione delle impronte dentali con l'ausilio della pasta morbida è ormai superato: la nostra scansione 3D è infatti molto meno fastidiosa e più dettagliata rispetto alle impronte tradizionali.



Ekomi gold
Testimonial
review-stars
4.7 / 5
Mostra testimonianze
No Logo
No Logo
I NOSTRI ALLINEATORIarrow
Societàarrow
SEGUICI
  • social icon
  • social icon

©2021 DrSmile